Fra tradizione e innovazione

41 anni di esperienza alle spalle nella lavorazione del sottopiede di montaggio, oggi il Solettificio Do.Gi di Civitella in Val di Chiana (AR) prosegue il suo percorso di ammodernamento e digitalizzazione per poter soddisfare in modo sempre più puntuale e impeccabile le richieste di un settore assai esigente come quello delle calzature di lusso.

Oggi l’organizzazione è basata su un CdA di cui fanno parte i quattro amministratori, che con compiti e responsabilità diversi e complementari guidano e lavorano personalmente in una realtà che lo scorso anno ha prodotto più di 1,4 milioni di paia di sottopiedi, lavorando in media 70 tipi diversi di articoli al giorno. Circa 35  addetti interni realizzano un prodotto sempre più curato e ricercato, frutto dell’unione sapiente fra tecnologia e tradizione artigiana.

Andrea Magnanensi, vice presidente, spiega che, nonostante ogni miglioramento e ogni introduzione tecnologica, è comunque presente l’equilibrio tra innovazione e artigianato, confermando che solo attraverso l’unione sapiente di questi 2 aspetti fondamentali, e’ possibile ambire ad una crescita qualitativa costante.

Quando la qualità è certificata

Testimonianza della nostra crescita è sicuramente rappresentato dall’acquisizione della Certificazione Qualità UNI EN ISO 9001-2015, fortemente voluta dai vertici, perseguita, ed infine ottenuta presso l’ente preposto Bureau Veritas, a partire da novembre 2016, che ha fornito ancora più consapevolezza, nel controllare tutte le attività interne ed esterne dell’azienda.
Un processo di rivoluzione interno che ha permesso di pianificare tutte le attività con l’intenzione di proseguire secondi i criteri di industria 4.0.

Certificazione Rapporto di Audit 2018